Kodak e la sua lezione di business 📷 – Frisoni Inside
Alessandria (AL) - 15121
info@frisoninside.it

Kodak e la sua lezione di business 📷

“Voi premete il pulsante e noi facciamo il resto”. È lo slogan con il quale George Eastman, fondatore della Kodak, promosse nel lontano 1888 la prima fotocamera destinata ad essere usata anche dai non professionisti.

Da allora la Eastman Kodak Company ha tracciato la strada per rendere la fotografia più semplice, utile e piacevole.

L’invenzione della “126 Instamatic” li rese famosi in tutto il mondo.

Per oltre quarant’anni il colosso Kodak è stato leader mondiale indiscusso nella produzione di pellicole fotografiche.

Sembrava che nulla potesse scalfire la solidità dell’azienda, eppure bastò un’operazione di marketing sbagliata per decretarne una fine rapida quanto inaspettata.

Basta un’innovazione tecnologica per sostituire le precedenti.

Quando negli anni Novanta fu l’avvento delle prime macchine digitali, Kodak sottovalutò le potenzialità della nuova tecnologia.

Fiera dell’impero che aveva costruito in oltre un secolo di storia, la compagnia americana annunciò che avrebbe continuato a produrre rullini. “I nostri clienti sono così affezionati a noi che utilizzeremo sempre l’analogico” affermavano da New York.

Non così fece la loro prima e più diretta concorrente, la giapponese FujiFilm (nata a Tokyo nel 1934), che invece si impegnò da subito nello sviluppo di fotocamere digitali, ritagliandosi un mercato nuovo ed in via di espansione.

Nel giro di pochi anni le sorti delle due compagnie subirono un capovolgimento di fortune.

Nel gennaio 2010 FujiFilm presentava la FinePix Real 3D W3, la prima fotocamera digitale al mondo in grado di scattare foto 3D, rivoluzionando così il settore della fotografia digitale, solo qualche mese più tardi, a fine 2011, a causa dell’esaurimento di liquidità a sua disposizione, Kodak venne considerata a rischio fallimento, prospettiva che si concretizzò effettivamente il 19 gennaio 2012.

Lezione di Business da queste due Aziende? 

Come abbiamo potuto vedere Fujifilm si è adattata al mondo della sua epoca, ha imparato a rispondere alle esigenze del mercato e a soddisfare i suoi clienti, evolvendosi rispetto all’idea con la quale era partita, dall’altra parte invece Kodak, orgogliosa della sua idea tanto da non vedere come il mercato ed il mondo stesse cambiando e nel giro di poco è passata ad essere la prima azienda nel suo settore a dover tirare fuori bandiera bianca.

Vale sempre la regola del: o ti adatti al mercato, oppure il mercato ti spazza via. Puoi essere la più grande compagnia presente sul mercato ma se non ti adatti al cambiamento e non risolvi più i problemi dei tuoi clienti allora non conti più nulla.

La tua clientela può far sia decollare il tuo business come farlo chiudere, per questo è importante soddisfare sempre il cliente.

Alberto Frisoni

Registrati alla newsletter per non perderti altri articoli.