Il Network Marketing è un Business Reale? – Frisoni Inside
Alessandria (AL) - 15121
info@frisoninside.it

Il Network Marketing è un Business Reale?

 

 

Ho deciso di scrivere questo articolo per fare chiarezza sull’intera industria del Network Marketing e per comprenderla meglio basandoci su dati di fatto anziché su semplici parole di propaganda. 

In questo articolo ho deciso di riportarvi dati utili oltre che interessanti che ci permetteranno di avere una chiara idea di quello che il Network Marketing rappresenta in Italia e nel Mondo. 

Il Network Marketing non è un’industria nata da poco , perché nacque negli anni 40 , ma solo nell’ultimo decennio sta diventando molto conosciuta come professione , soprattutto in Italia, visto anche l’incremento della disoccupazione nel mondo tradizionale. 

Negli ultimi anni moltissime persone hanno deciso di scegliere la strada del Network e crearsi la loro attività , 3 i motivi: 

  • utilizzare il Network per il semplice consumo di prodotti/servizi di qualità 
  • utilizzare il Network per arrotondare a fine mese il proprio stipendio di base
  • utilizzare il Network per farlo diventare il PIANO A della propria vita 

In questo articolo non andrò a parlarvi del motivo per il quale il Network è migliore, potete trovare un articolo che ho scritto qualche tempo fa su questo argomento (https://www.frisoninside.it/2018/04/11/che-cose-il-network-marketing-e-perche-e-migliore/)

Vediamo ora insieme quanto vale questa industria e quali sono le considerazioni da parte dei più grandi imprenditori di oggi: 

 

 

Come possiamo vedere nell’immagine qui sopra, il Network Marketing è un’industria che vale oltre 190 miliardi annui , oltre 100 milioni le persone che vi operano, oltre 8000 le aziende che utilizzano questo sistema distributivo per diffondere i propri prodotti e servizi e oltre 220 milioni di commissioni pagati ogni singolo giorno ai distributori (le persone che decidono di lavorare in questa industria associandosi ad un’azienda) .

In Italia sono oltre 800 mila le persone che operano nel Network e c’è stato un grande incremento dal 2015 al 2017 (il 25% in più ha scelto questa industria come fonte di reddito alternativa / come attività principale) , l’Italia rappresenta il 12° stato nel mondo, oltre 3,8 milioni pagati ogni giorno ai distributori ed è materia universitaria nelle maggiori facoltà come la Bocconi di Milano e Bologna.

Nell’immagine qui sotto vengono rappresentati in percentuale i dati della vendita diretta a livello globale (fonte. DSA: Direct Selling Association): 

 

 

Con l’intera industria che ha un valore di 190 miliardi $ (2017) contando che le aziende distribuiscano solo il 40%  alla rete, restano 76 miliardi $ per tutti i distributori.

Si stima che le persone che guadagnano più di 1 milione $ siano circa 500, con una media di 2 milioni per ciascuno (totale di circa 1 miliardo $). Restano così 71,8 miliardi di $ per tutti gli altri. 

E’ difficile calcolare quante persone guadagnino cifre a 5 zeri nel mondo. Si stima che siano un altro 8,6% il che lascia il restante 90% a tutti gli altri.

 

Il Network Marketing è un’industria consigliata dagli uomini più importanti del pianeta: 

  • Bill Gates: “se avessi un’opportunità per iniziare da capo sceglierei il Network Marketing” 
  • Robert Kiyosaki: “raccomando il Network Marketing alle persone perché da la possibilità di crearsi un’attività a basso rischio e con investimento irrisorio, generando una ricchezza che diversamente sarebbe accessibile a pochi”. 
  • Donald Trump: “se dovessi ricominciare oggi da zero, per raggiungere i Milioni utilizzerei l’industria del Network Marketing” 

 

Queste sono solo alcune frasi di imprenditori di successo che raccomandano il Network Marketing.

Come dice Eric Worre , ex Networker, “Il Network Marketing non è perfetto ma è senz’altro la migliore alternativa di oggi” . 

Grazie, 
Alberto Frisoni