Come vendere un servizio quando non si hanno risultati? – Frisoni Inside
Alessandria (AL) - 15121
info@frisoninside.it

Come vendere un servizio quando non si hanno risultati?

Mettiamo il caso che abbiate iniziato un’attività di social media marketing oppure un’attività di consulenza ma essendo appena partiti non avete “referenze” o “testimonials” da parte di altre persone (clienti) a cui avete venduto il vostro servizio.

Quali strade intraprendere per riuscire a farsi strada ugualmente?

Le strade da intraprendere sono fondamentalmente 2: 

  1. Pagamento su Risultati
  2. Prestazione Gratuita + successivo preventivo.

 

Vediamoli ora nel dettaglio:

  1. Pagamento sui Risultati

Questo percorso è sicuramente più facile da vendere per certi versi. L’imprenditore di turno al quale proporrete il vostro servizio si sentirà più ‘sicuro’ ad accettare una collaborazione di questo tipo. 

Questo modello non sarà adattabile a tutti i business, ma per molte attività dove c’è un prodotto con prezzo fisso è ottimo creare un contratto con una % fissa su ogni prodotto venduto. 

Esempio: Create una partnership con Un azienda che vende ‘prodotto X’ a 1000€ voi vi fate dare il 10% di ogni prodotto venduto. 

Perché non è adattabile a tutti i business? Perché su molti business dove non vi è un prodotto di questo tipo (come ad esempio ristoranti) diventa difficile avere il controllo sulle vendite e avere un risultato esatto di quanto effettivamente essere pagati.

  1. Prestazione Gratuita con periodo di tempo definito + Preventivo

Questa formula a parer mio è ottima. Proponete al vostro potenziale cliente una prestazione di un periodo di tempo Gratuita dove gli dimostrate realmente che valete e al termine di questo periodo (che deve essere definito , mi raccomando) gli presentate il vostro preventivo con tutti i requisiti che vi servono per portare avanti il lavoro ed essere giustamente pagati.

 

Obiettivo di entrambi i modelli?

Quello di avere da parte dei vostri primi clienti sia testimonials che referenze. In modo che i testimonials possano poi essere una dimostrazione da aggiungere ai vostri canali sociali dai quali comunicate oppure tramite i vostri funnels.

 

Premesse importanti: va da sottintendersi il fatto che vendiate servizi di qualità e non vendiate A per poi verificarsi B (cosa che succede più del solito e parlo anche per esperienza). Soprattutto nel campo dei ‘Social Media Manager’ che parlano tanto di farti avere più clienti ma in realtà tutte le loro metriche si basano solo su like e followers e non c’è una chiara strategia di monetizzazione.

Quindi è importante stare all’occhio su ciò che proponete al mercato, perché c’è di mezzo la vostra reputazione e a volte si finisce anche per vie legali.