ESSERE IMPEGNATI VS ESSERE PRODUTTIVI

 

La domanda con la quale voglio iniziare questo articolo è: sei impegnato o sei veramente produttivo?

Questa cosa sfugge a molti, soprattutto quando si gestisce la propria attività imprenditoriale, e capita spesso di ritrovarsi ad essere super impegnati ma alla fine di tutto non si sta realmente producendo dei risultati concreti all’interno dei propri business.

Non è nascosta come cosa che l’imprenditore viene pagato sulla base dei risultati che produce e non sulla base delle ore che dedica alla propria attività. Fin qui ci siamo, ma nella fattispecie non è così.

La produttività è tutto, e lo è ancora di più lo switch che ti porta dall’essere produttivo ed ottenere i risultati nel minor tempo possibile e con il minore sforzo.

 

Ci sono 3 step da seguire:

  1. Essere produttivo e non impegnato
  2. Essere produttivo nel minor tempo possibile
  3. Essere produttivo con il minor sforzo possibile

 

La prima fase su cui bisogna lavorare è la propria routine giornaliera. Molti non sanno nemmeno cosa sia e molti che la programmano alla fine concludono la giornata senza averla completata.

Molti si lamentano spesso della mancanza di tempo, di essere troppo impegnati per avviare altre attività quando in realtà il problema si potrebbe tranquillamente risolvere mettendo più attenzione al dispendio di tempo nell’arco della giornata.

Ci sono un’enormità di distrazioni, di tempo sprecato in attività futili che alla fine ti portano a dire “non ho mai tempo”, ma in realtà non è così. Lo stai usando male.

Il primo step su cui devi focalizzarti è sull’avere una settimana con una routine molto tosta e che vada a lavorare su tutti gli ambiti e momenti della tua giornata tipo.

Successivamente si inizia a lavorare sulla produttività con il minor tempo possibile. Questa cosa è possibile in una fase ‘avanzata’ del vostro business perché la verità è che all’inizio bisogna andare forte (molte volte fuori giri) per mettere in pista la macchina (cioè il vostro business). Quindi inizialmente si andrà fuori giri ma poi si dovrà avere una routine sostenibile nel tempo altrimenti non andrete molto lontano.

Una volta fatto ciò bisogna focalizzarsi sull’essere produttivi nel minor tempo possibile. Una volta che hai fissato la tua routine bisogna lavorare sull’ottenere gli stessi risultati con meno ore di lavoro investite. 

Questa cosa ci ricollega al 3 punto che riguarda l’essere produttivi con il minor sforzo. Per molti appare come un’appannaggio ma la verità che ottenere di più lavorando di meno è possibile se iniziate a far lavorare il vostro business in automatico.

 

Cosa intendo nel concreto:

Qualsiasi business ha dei processi e step da seguire che inizialmente vi occuperete voi scambiando il vostro tempo. E fin qui va tutto bene e non c’è nulla di male, però ad un certo punto bisogna fare un cambiamento, bisogna elevarsi su un altro livello andando a creare dei sistemi ‘automatici’ che faranno questo per voi.

Oggi ci sono molti strumenti che il mondo digital mette a disposizioni, basti pensare ai Funnel che vi permettono di portare uno sconosciuto a comprare un vostro prodotto oppure a collaborare con voi. Ma non solo, anche la creazione di asset di vendita come un canale YouTube, un blog, sequenze di email automatiche, le Facebook Ads, ecco tutti questi strumenti sono dei mezzi per automatizzare i vostri processi e farvi ottenere di più con il minor sforzo possibile.

Sicuramente non sarà facile e ci sarà da lavorarci su, però è quello che ho applicato alle mie attività e la stragrande maggioranza dei processi che prima risultavano lenti e frustranti, oggi sono più semplici e automatici.

 

Se vuoi capire come automatizzare i processi della tua attività di Network Marketing, clicca qui sotto

► Programma Formativo The Online Networker